La valeriana viene principalmente impiegata per curare l’ansia e i disturbi del sonno, soprattutto per l’insonnia, ossia l’incapacità di addormentarsi. La valeriana è spesso combinata anche ad altre erbe officinali come il biancospino, la melissa ed il luppolo per potenziarne l’effetto rilassante. Essa funziona egregiamente in quanto è un prodotto dove il principio attivo si concentra in un’unica compressa, motivo per cui il suo effetto è più potente.

Valeriana Dispert 125 e 45

La differenza fra la valeriana dispert 125 mg e valeriana dispert 45 mg sta nella differenza di concentrazione del principio attivo. Con la compressa da 125 si ottiene un effetto calmante molto più forte e concentrato mentre con la compressa da 45 mg si ha un effetto calmante più lieve. Si consiglia l’uso della valeriana dispert 125 quando lo stato di ansia e stress è molto elevato e quando si deve far fronte a qualcosa di molto importante, mentre la valeriana da 45 si consiglia per situazioni più lievi e meno stressanti. Per la posologia ovviamente, consigliamo sempre e comunque di rivolgersi al proprio medico. Le nostre sono solo informazioni sul prodotto.

Valeriana: controindicazioni e consigli

Le controindicazioni legate alle valeriana sono le stesse per la valeriana con concentrazione di principio attivo più bassa. Si sconsiglia l’uso della suddetta quindi in gravidanza e durante l’allattamento. Per un uso prolungato è bene sempre rivolgersi al proprio medico senza mai superare le dosi di valeriana consigliate.

Ovviamente non somministrare la valeriana ai bambini di età inferiore ai 12 e tenere il prodotto lontano dalla loro portata. Solo il medico può prescrivere una terapia con valeriana per i più piccoli.

Valeriana: il dosaggio consigliato

Per assicurarsi una cura adeguata la valeriana va assunta solo sotto prescrizione medica, seguendo il dosaggio consigliato dal proprio sanitario curante. Non superare le dosi consigliate e se i sintomi persistono parlarne prima con il proprio dottore. La posologia di valeriana va calibrata in base alla persona, al suo stato di salute e ai sintomi che presenta e per i quali è stata assegnata tale cura.