Insonnia da alimentazione eccessiva, aiutarsi con la valeriana in compresse
4 dicembre 2014
Gestire l’Insonnia da Depressione con la Valeriana
11 dicembre 2014

Insonnia da dolore cronico, come aiutarsi con la Valeriana in compresse

L’insonnia è un disturbo che esplicita i suoi sintomi in un’alterazione piuttosto frequente dei ritmi di sonno e di veglia, impedendo di fatto la sufficiente continuità o qualità del sonno. Spesso, l’insonnia può essere dovuta anche al dolore cronico.

L’insonnia da dolore cronico

insonnia da dolore cronicoE’ una problematica che tende a colpire una buona parte della popolazione, e che talvolta viene sottovalutata; il disturbo del sonno causato da dolore viene anche denominata insonnia iniziale, e ciò in base al fatto che tende a colpire il soggetto rendendo difficile l’addormentamento.

Tra le varie cause del disturbo, quella del dolore fisico è una delle più problematiche da trattare; infatti essa tende non solo a impedire al soggetto di addormentarsi, ma rende anche più probabili i risvegli frequenti i quali, di fatto, rendono assai difficile per l’individuo poter godere di un sonno ristoratore.

Non di rado infatti il dolore impedisce una sufficiente quantità e qualità del sonno, se non viene opportunamente sedato. Di frequente le disfunzioni organiche più gravi possono ritardare o impedire del tutto il sonno, oppure causare frequenti risvegli al soggetto, come accade nel caso di nevralgie, reflussi, malattie renali e del fegato, disturbi urinari che costringono ad alzarsi più volte durante la notte.

Fondamentale risulta quindi in queste situazioni poter localizzare il dolore e intervenire direttamente, dal momento che i disturbi del sonno possono avere ripercussioni importanti sulla qualità della vita degli individui che ne soffrono. Innanzitutto diviene più difficile la gestione di numerosi aspetti della vita quotidiana, lavorativa e familiare, e anche prendere decisioni semplici può diventare un problema; conseguente alla mancanza di sonno è la minore efficienza fisica, la stanchezza cronica, un maggior nervosismo e l’irritabilità, disturbi della memoria, ansia.

Fisiologiche, come conseguenze dell’insonnia causata dal dolore, è anche il calo del rendimento sul lavoro e stati d’ansia eccessivi. Data la diffusione vasta delle problematiche inerenti al fenomeno dell’insonnia, si vanno diffondendo numerosi rimedi fra i quali si privilegiano per il più possibile quelli naturali. Per quanto concerne la valutazione di ogni singolo paziente, resta utilizzato l’approccio multidisciplinare, e cioè un lavoro di equipe di neurologi, pneumologi, psicologi e otorini per poter qualificare quale tipo di insonnia colpisca il singolo paziente, e quali siano i rimedi più adatti per il caso.

La Valeriana come rimedio all’insonnia da dolore cronico

Nella ricerca di rimedi naturali che potessero aiutare nei casi meno gravi di insonnia, fra i quali quelli dovuti a dolori di varia eziologia, un ruolo importante è stato riconosciuto alla Valeriana.

Questa pianta è un vero e proprio rimedio naturale nei confronti dell’insonnia, e si presenta come un’efficace alternativa naturale agli psicofarmaci: di recente, la Valeriana Officinalis si è vista riconoscere numerose proprietà dalla comunità scientifica, come dall’HMPC, il “Comitato Per i Medicinali a Base di Piante” che ne ha riconosciuto l’azione miorilassante, grazie all’effetto che la pianta produce sul Sistema nervoso autonomo.

Proprio per i suoi principi attivi, la Valeriana aiuta il sonno e il rilassamento in coloro che, per a causa di disturbi che provochino un dolore anche lieve, facciano fatica ad addormentarsi o a mantenere una buona qualità del sonno. In particolare le compresse Valeriana System Forte rappresentano un rimedio utile per tutti coloro che soffrano di ansia o di insonnia, in quanto esse

non contengono solo il principio attivo della pianta (che funge da integratore per il sonno) bensì anche una dose di vitamina B6, la quale è nota coadiuvante della crescita cellulare e favorisce l’assorbimento dell’amminoacido che consente il rilassamento.

A ciò si aggiunge che la valeriana contiene naturalmente acidi valerianici e iridoidi, in grado di inibire un trasmettitore chimico che causa l’eccitabilità neuronale del sistema nervoso, e principi attivi sedativi, che inducono sonnolenza e agiscono quindi in modo naturale in caso di insonnia.

A questa pianta è stata riconosciuta un’altra proprietà che la rende molto utile nel caso di insonnia dovuta a dolori cronici: infatti essa contiene terpeni e flavonoidi, e tali principi attivi agiscono come antagonisti rispetto all’adenosina, contribuendo quindi a placare la sindrome dell’intestino irritabile e i crampi.

La valeriana, se assunta nelle dosi raccomandate dal medico, non comporta particolari controindicazioni, come per esempio il rallentamento delle capacità di reazione e della memoria semantica; anzi, pare che la Valeriana sia in grado di controbattere anche tali disturbi, agendo così su più livelli per il benessere della persona.

Valeriana System Forte in compresse risulta molto pratica da assumere, comoda da portarsi appresso e si può ingerire senza acqua. Per quanto concerne la posologia, normalmente si possono assumere fino a tre compresse di Valeriana al giorno, senza superare la dose indicata; andrebbero ingerite mezz’ora prima di coricarsi, e sempre secondo il dosaggio prescritto dal medico. Valeriana System Forte viene venduta nelle erboristerie e nella farmacie.